Regione Piemonte - Piemonte Parchi

Torna alla Home Page

Risoluzione minima 800x600  Risoluzione massima 1024x768  Aumenta carattere  Diminuisci carattere  Dimensione carattere standard  Salta ai contenuti

Men¨ principale

Home
Progetto
Storia
Territorio
Natura
Punti di Interesse
Home arrow Storia arrow - Streghe di Croveo
Le streghe di Croveo PDF Stampa

Croveo e Baceno
Croveo e Baceno
Tra il 1570 e il 1610 si svolsero i processi contro le streghe di Croveo e Baceno accusate di heretica pravità. Quaranta donne e due uomini vennero incarcerati, torturati e processati per atti stregoneschi dall’Inquisizione domenicana e dal Tribunale diocesano di Novara.

Perché gli inquisitori domenicani diressero le loro attenzioni proprio in Antigorio? La risposta risiede nel clima della Controriforma e nell’ansia esasperata della prevenzione dall’invasione delle eresie.

La valle era vicina alla Svizzera calvinista e protestante e mercanti, cavallanti e spalloni frequentavano quelle regioni valicando gli alti passi alpini. La Bocchetta d’Arbola divenne anche luogo di transito di idee nuove. Assieme a vino e formaggi vi passarono nuove visioni della vita e della religione.

In anni di cattivi raccolti ed epidemie dilaganti, di lotte di fazione e violenze diffuse, l’Inquisizione portò un ulteriore momento di terrore e incertezza in anni tragici. La delazione e la tortura fecero il resto. 

L’interpretazione dello storico Gianbattista Beccaria legge nel fenomeno delle streghe di Croveo la sopravvivenza di antichi riti pagani in sacche culturali marginali confinate sulle Alpi Lepontine per cui il demonio potrebbe essere la trasformazione, nel cupo clima della controriforma, dell’antichissimo culto del dio celtico Cernunnos, raffigurato con corna e gambe incrociate.

 
Copyright ę 2019 Comune di Baceno (VB)     Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Fenice Tecnologie s.a.s. Our site is valid CSS Our site is valid XHTML 1.0 Transitional